Site Loader

L’invio di e-mail di prova andato storto ha comportato l’esposizione accidentale di oltre 270.000 e-mail dei clienti dell’exchange di criptovalute australiano – BTC Markets.

Lo scambio di criptovaluta australiano, BTC Markets, ha inavvertitamente esposto più di 270.000 e-mail dei suoi clienti. L’azienda si è scusata per l’inconveniente e ha rassicurato che tutti gli altri dati, compresi i fondi degli utenti, sono al sicuro.

BTC Markets espone le email dei clienti

Un utente che utilizzava l’handle di Twitter Stevosxrp.crypto lo ha portato al gigante dei social media di Jack Dorsey e Reddit per prima lamentarsi del fallimento di BTC Markets. Lo scambio con sede in Australia ha successivamente confermato la violazione sul suo account Twitter ufficiale.

La dichiarazione ha spiegato che BTC Markets „utilizza un sistema esterno per inviare e-mail a livello di client“. Sebbene l’exchange abbia utilizzato questo servizio per anni „senza incidenti“, incluso l’invio di e-mail di prova, questa volta, il test „non ha rilevato che gli indirizzi e-mail di esempio nel batch sono stati aggiunti alla stessa e-mail, piuttosto che inviati singolarmente . “

Di conseguenza, sono stati esposti i nomi e gli indirizzi di posta elettronica dei titolari di account. BTC Markets ha affermato che questo processo è stato istantaneo; pertanto, „non è stato possibile interrompere l’invio batch una volta che si è verificato l’errore.“

L’amministratore delegato di BTC Markets, Caroline Bowler, ha successivamente rivelato che tutti i titolari di account erano interessati perché le e-mail venivano inviate in batch.

I fondi sono SAFU, ma il danno è fatto

Lo scambio ha affermato che „segnalerà automaticamente“ all’Office of Australian Information Commissioner e „rispetterà pienamente i requisiti di segnalazione delle violazioni dei dati“. Inoltre, la società prevede di condurre una revisione interna.

Nonostante la fuga di dati, BTC Markets ha rassicurato i suoi utenti che la piattaforma è ancora sicura, che non sono state rivelate password e che tutti i fondi dei clienti sono al sicuro.

Tuttavia, lo scambio ha suggerito che gli utenti dovrebbero abilitare l’autenticazione a due fattori (2FA) per migliorare la sicurezza dei propri account.

Tuttavia, nessuna di queste rassicurazioni sembrava avere un effetto sugli utenti. La spiegazione del thread di Twitter è stata accolta con numerosi reclami da parte dei clienti.

Mentre la maggior parte ha evidenziato la propria delusione per la rivelazione di e-mail e nomi personali, alcuni hanno fatto un ulteriore passo avanti. Un utente ha affermato che il nome di BTC Markets è „ora buono come merda di cane“.

admin